Piermario Morosini - Ermanno Eandi

E R M A N NO E A N D I
Poeta, giornalista e scrittore
Vai ai contenuti

Menu principale:

Poesia e sport

Piermario Morosini*


Calciatore

Piermario Morosini

Lentamente correvi
in una vita acida,
dribblando la sofferenza
della tua storia dura
in famiglia di dolore.

Lentamente sognavi,
inseguendo la gioia
palleggiando attimi di felicità,
crossando sogni
dal fondo dell’anima.

Lentamente cadesti,
inciampando nell’estremo dolore,
rigore imparabile
contro la tua sopravvivenza,
l’arbitro insondabile emise
il triplice fischio della tua esistenza.

Lentamente siamo qui,
davanti al tuo passato
a macinare lacrime,
toccando il tuo volto spento,
con l’anima attonita.

Sicuramente vincerai,
nel mondo del non mondo,
abbracciando la tua nuova vita,
segnando reti d’affetto
a noi che restiamo qui,
orfani della tua presenza
ma con la tua storia nel cuore.

Ermanno Eandi


* Rimane orfano in giovane età: nel 2001, a 15 anni, perde la madre Camilla e due anni dopo il padre Aldo. Nel 2002 si suicida il fratello disabile, e Morosini rimane solo con una sorella anch'ella disabile.

Il 14 aprile 2012, al 31' di Pescara-Livorno della 14ª giornata di ritorno del campionato di Serie B, si accascia a terra in seguito a un'improvvisa crisi cardiaca.[3] Portato in ospedale, il giocatore muore alle 16. La gara non viene portata a termine e successivamente la FIGC dispone il rinvio dell'intera giornata di tutti i campionati italiani. La notizia ha avuto risalto in tutto il mondo: in Spagna, per esempio, all'inizio di Real Madrid-Sporting Gijón, è stato osservato un minuto di silenzio al Santiago Bernabéu, mentre il Barcellona è sceso in campo con il lutto al braccio.

Il Vicenza e il Livorno hanno ritirato le maglie numero 25 a poche ore dalla scomparsa. (fonte Wikipedia)

Date un tocco di prestigio e sensibilità in più ai vostri eventi, invitate Ermanno Eandi






contatori visite
google-site-verification: google704b41e5aa7b3ad4.html
Torna ai contenuti | Torna al menu